STABAT MATER DI ROSSINI AL VERDI DI FIRENZE

Splendida serata con la musica Rossiniana, che vista in qualunque modo, è sempre un capolavoro di genialità.
Si è trattato del concerto di inaugurazione dell’orchestra della Toscana (ORT), cui ha partecipato il coro del Maggio Musicale Fiorentino, col maestro Lorenzo Fratini, ed i solisti erano: Angela Nisi (soprano), Raffaella Lupinacci(mezzosoprano), Celso Albelo (tenore) e George Andguladze (basso). Direttore Gianluigi Gelmetti. Questa musica ha un fascino tutto suo, perchè, a mio modo di vedere e sentire, pur contenendo un che di mistico, almeno in certi pezzi orchestrali e del coro (splendido il pezzo a cappella), fa sentire la brillantezza e la verve tipiche di Rossini, tanto che in altri punti sembra di assistere ad un’opera in forma scenica. Celso Albelo era la stella della serata ed ha dimostrato tutta la sua bravura e la fama che lo porta: bella la voce, pastosa e schietta, splendidi i pianissimi, e le messe di voce, e fenomenali gli acuti. Anche le voci femminili sono state bravissime: Angela Nisi è un bel soprano lirico,ed ha avuto modo di esprimere la sua potenza e la sua bravura.

Poi Raffaella Lupinacci; che dire? Ogni volta che la sento mi si apre il cuore,e mi emoziono tantissimo….. la sua voce ha un qualcosa di magico,con acuti sfolgoranti ed il colore brunito,anzi bronzeo di una bellezza unica.Bravissima tecnicamente e con una espressività vocale e fisica tutta sua e ammaliante, insomma è stata la stella in più della serata.Il basso Andguladze,invece, non è stato quello che dovrebbe essere il basso che serve in quest’opera, ha fatto il suo compitino,ma senza eccellere in niente; ma tutto non si può avere. Il magico coro diretto da Lorenzo Fratiniha fatto il resto, specialmente nel sussurro dell’introduzione e ,come ho già detto, nel pezzo a cappella.Bene Gelmetti, che ha diretto con intelligenza, dimostrando di ,come dire, interiorizzare la partitura,tanto sente il “suo” Rossini!
Insomma è stato proprio un bello spettacolo ed è valsa la pena sfidare il traffico caotico che aveva Firenze venerdì sera. Nel video parte degli applausi finali, che sono stati lunghissimi e sentiti da un pubblico entusiasta. Nelle foto il teatro Verdi, le splendide due voci femminili, e Celso Albelo con Lorenzo Fratini.
Infine il maestro Gelmetti e sempre Albelo.
Grazie a tutti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *