Aleksandra Damnjanovic

Scrittrice e poetessa di origini serbe, nasce il 21.06.1962. a Belgrado, Serbia. Nell’anno 1989 si trasferisce in Italia, ali confine svizzero e inizia a tradurre le sue poesie in italiano. E’ finalista nei vari concorsi in Italia ed estero. Scrive e pubblica in bilingue.Pubblicazioni: 1995- raccolta di poesie: “Continuo a cercare”- “Nastavljam da tražim“, 2006- raccolta: “Sulle ali delle rondini”- “Na krilima lasta”, 2008- raccolta: “Il mio silenzio canta”- “Moja tisina peva”, 2010- raccolta: “Nel tempo”- “U vremenu”, 2012- libro di fiabe “Il viaggio di una mano”- “Put jedne ruke” progetto interculturale e inter-scolastico disegnato da bambini italiani e serbi selezionato per la partecipazione italiana al Festival internazionale per i bambini di Belgrado “Joy of Europe”. 2013- volume “Carolina Pugliese Menotti-Il tempo non chiede più del mio nome” la storia dell’Istituto Cav. Francesco Menotti di Cadegliano. 2014- Sceneggiatura per lo spettacolo “Il ponte”- “Most” in collaborazione con Irena Plaovic per la regia di Paolo Franzato. 2014- libro di fiabe: “I libri si mangiano?”- “Knjige se jedu?”, progetto interculturale e inter-bibliotecario, libro tributo ad Expo 2015 realizzato da piccoli artisti italiani e serbi. Nel mese di novembre 2011, fonda a Viconago (Va) L’Associazione Culturale La Rondine per la promozione e diffusione culturale e interculturale instituendo nel 2015 il “Premio Letterario La Rondine: Ti scrivo questa lettera…” dedicato ai giovani dai nove ai diciannove anni. Autrice di testi per canzoni era all’attivo varie collaborazioni con compositori serbi e italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *