Nuove progettualità per LUCCA ART FAIR

LUCCA ART FAIR annuncia la prima edizione di Art Tracker, progetto che mette in mostra all’interno della fiera i quattro vincitori dell’omonimo premio assegnato nell’ottava e precedente edizione del PREMIO COMBAT.

Dedicato quindi alla valorizzazione di giovani artisti italiani, Art Tracker espone progetti inediti di Martina Brugnara (Alzano Lombardo, 1993. Vive a Bergamo), Chiara Campanile (Milano, 1989. Vive a Vienna), Marco Groppi (Milano, 1988. Vive a Milano) e Simone Monsi (Fiorenzuola D’Arda, 1988. Vive a Milano).
Gli artisti sono stati individuati dalla giuria composta da Andrea Bruciati, Elio Grazioli, Francesca Baboni, Lorenzo Balbi, Lorenzo Bruni, Stefano Taddei e Walter Guadagnini e quindi premiati con la concessione gratuita degli spazi più un budget per la realizzazione delle opere.
Come da programma, il progetto è stato affidato a un curatore under 35. Gabriele Tosi(Pistoia, 1987), attivo in Italia come freelance e direttore dell’organizzazione non profit LOCALEDUE, è stato individuato dalla direzione di LUCCA ART FAIR per il lavoro svolto negli ultimi anni con le giovani generazioni di artisti italiani.
“Sono da sempre interessato ai meccanismi percettivi che si attuano in contesti caotici quali le fiere d’arte – dichiara Tosi – in particolare, Lucca è una fiera giovane di cui stimo la professionalità e la serietà del lavoro svolto, dimostrate dalla capacità di portare una proposta di qualità in un territorio un tempo estraneo a certe logiche del contemporaneo.”
All’interno della fiera, il progetto è collocato in aree di primo piano. Art Tracker accoglie infatti i visitatori di LUCCA ART FAIR con due importanti installazioni pensate per l’ingresso e prosegue nell’area di grande passaggio vicino all’editoria e alla zona talk.
“Sono felice di lavorare con questo gruppo di artisti: la diversità delle loro ricerche rappresenta al meglio le molteplici declinazioni delle pratiche artistiche contemporanee”, prosegue Tosi, che precisa: “Stiamo lavorando perché il risultato finale mantenga tali specificità e le esalti attraverso inaspettati punti di contatto.”

 

http://www.luccaartfair.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *