Vissi d'arte, Vissi d'amore, a Torre del Lago va in scena la mostra-evento dedicata a Puccini

Il foyer del Gran Teatro “Giacomo Puccini” di Torre del Lago  ospita fino al 9 luglio 2017 la mostra-evento “Omaggio a Giacomo Puccini. Vissi d’Arte, vissi d’Amore”, a cura di Lodovico Gierut e Marilena Cheli Tomei per conto del Comitato Archivio artistico-documentario Gierut.

.cda1e2_31fde3a6d882422facfcdff51b5a2361~mv2

La mostra-evento è stata inaugurata l’8 giugno alla presenza dell’assessore Sandra Mei del Comune di Viareggio, del direttore generale della Fondazione Festival Puccinianiano Franco Moretti, degli artisti e di un pubblico molto attento.

L’iniziativa, dedicata alla memoria del celebre Compositore e ad alcune delle sue Opere è stata possibile anche grazie alla collaborazione della Fondazione Festival Pucciniano, sempre pronto a valorizzare, oltre le tematiche musicali, tutti gli altri aspetti che circondano la figura del maestro lucchese.

MOD_COPERTA_PUCCINIANO.indd

 “… un documento culturale privo di classifiche in cui i lavori pucciniani sono presentati in varie vesti, figurali e connesse all’astratto e al dato simbolico, ma non è un catalogo né una maniera per fare classifiche…”

Lodovico Gierut

Notevoli, numerose e ovviamente tematicamente puntuali le opere di un folto gruppo di creativi quasi tutti di nazionalità italiana collocate – per questa prima occasione del Pucciniano – su apposite strutture, in teche e in contenitori a busta: si tratta di un centinaio di realizzazioni (dipinti, disegni, sculture e fotografie, alcune provenienti dal Comitato Gierut) specificatamente eseguite da artisti ben motivati e conoscitori dell’iter di Giacomo Puccini, che hanno interpretato “La Rondine”, di cui si celebrano i cento anni dalla ‘prima’, “Turandot”, “Tosca”, “La Bohème”, “Madama Butterfly”, ovvero i cinque capolavori scelti per rappresentare la 63.ma Edizione del Festival Puccini nei mesi di luglio e agosto 2017.


Artisti presenti alla mostra

Dipinti, disegni, sculture, fotografie


 Luca Alinari, Roberto Armiliato, Sara Baldinotti, Giuseppe Bartolozzi e Clara Tesi, Riccardo Benvenuti, Marcello Bertini, Gianfranco Bianchi, Marco Bianchi, Renato Bonetti, Alberto Bongini, Roberto Borra, Roberto Braida, Alberto Branchetti, Sigifredo Camacho B., Silvano Campeggi, Agostino Cancogni, Renato Cantoni, Gianni Carretti, Giuseppe Carta, Emiliano Chiti Vertax, Anna Chromy, Marzio Cialdi, Lorenzo Cinquini, Lido Contemori, Dade, Franco Del Sarto, Andrea di Carpegna Varini, Gianni Dorigo, Enzo Fabbiano, Massimo Facheris, Feofeo, Cleofe Ferrari, Maurizio Filippi, Johnny Frog, Sabino Galante, Debora Gambino, Marta Gierut, Gian Paolo Giovannetti, Andrea Granchi, Paolo Grigò, Paolo Gubinelli, Amedeo Lanci, Paolo Lapi, Paolo Lazzerini, Grazia Leoncini, Arturo Lini, Giuseppe Lippi, Riccardo Luchini, Renzo Maggi, Clara Mallegni, Aurora Manfredi, Andrea Marchesini, Annamaria Maremmi, Sergio Mazzanti, Giovanni Mazzi, Ivano Mazzucchi, Alessandro Merlo, Giacomo Mozzi, Tito Mucci, Bruna Nizzola, Roberto Orangi, Roberto Panichi, Stefano Paolicchi, Lorella Perletti, Elena Rede, Antonio Sassu, Marcello Scarselli, Vittorio Simonini, Gianni Maria Tessari, Gianni Testa, Luisella Traversi Guerra, Paola Vallini, Gabriele Vicari, Giuseppe Amorim Esposito, Giulia Bianchi, Francesco Forini, Gemma Mazzotti.

Di rilievo un dovuto “Omaggio” per Anna Chromy della quale sono in mostra, presentati in anteprima mondiale, alcuni disegni per un futuro balletto su “Madama Butterfly”, così come, nello spazio antistante lo stabile accanto all’unicità splendida del lago di Massaciuccoli, vari bronzi monumentali della nota artista dedicati alla Musica che resteranno in esposizione per l’intera stagione.

 

Torre del Lago Puccini (Lucca)

Fondazione Festival Pucciniano

Via delle Torbiere

Periodo: 8 giugno-9 luglio 2017

Ingresso libero. Chiuso nei gg. 11 e 25 giugno

Apertura serale nel corso delle manifestazioni pucciniane www.puccinifestival.it

Orari: dalle 15 alle 18,30
Info: lodovico@gierut.it www.gierut.it

Pubblicazione: Editoriale Giorgio Mondadori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *