Milwaukee Art Museum, il meglio di Calatrava

#picoftheday di Hans Braxmeier

Milwaukee Art Museum

Il grandioso Quadracci Pavilion è un’aggiunta scultorea, postmoderna al Museo d’Arte Milwaukee, completata nel 2001, progettata dall’architetto spagnolo Santiago Calatrava. Un ingrandimento del 1975 aveva aumentato lo spazio di cinque volte, ma il Museo rimase nascosto visivamente ai piani inferiori del Centro in memoria della guerra. Una donazione di 10 milioni di dollari da parte di Betty e Harry Quadracci hanno dato inizio ad una campagna di ristrutturazione.

Nel 1994, il comitato di ricerca del Museo invitò Santiago Calatrava a presentare una proposta, attirati dal suo design creativo. Calatrava, ispirata al drammatico edificio originale di Eero Saarinen, alla la topografia della città” e all’architettura primitiva di Frank Lloyd Wright, propose una piccola aggiunta, con un ponte pedonale che collega il museo al centro. Ma il progetto, grazie a nuove idee si evolse in qualcosa di inaspettato.

Il Padiglione Quadracci, di 142.050 metri quadrati, prevedeva di contenere innanzitutto spazi pubblici: sala ricevimenti, auditorium, caffetteria, magazzini e parcheggi, più 10.000 metri quadrati di spazio flessibile per mostre temporanee. Calatrava in seguito ha detto: “Avevo clienti che volevano veramente l’architettura migliore che avrei potuto fare. La loro ambizione era quella di creare qualcosa di eccezionale per la loro comunità …. Grazie a loro, questo progetto risponde alla cultura del lago: le barche a vela, il tempo, il senso del movimento e del cambiamento “.

La struttura incorpora sia la tecnologia all’avanguardia che l’artigianato del vecchio mondo. La struttura a mano è stata fatta in gran parte versando il calcestruzzo in forme di legno uniche. Si tratta di un edificio che avrebbe potuto essere fatto solo in una città con la forte tradizione artigianale di Milwaukee.

https://mam.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *