Anna Montanaro, alla ricerca del ricordo e della memoria

Per la rubrica “Giovani Talenti” oggi conosciamo Anna Montanaro, artista che negli ultimi anni è risultata finalista e premiata nei concorsi più importanti dedicati all’arte contemporanea, come il prestigioso Premio Arte 2016 Cairo Editore al Palazzo Reale di Milano, il 16° Premio nazionale d’arte della città di Novara a cura di Vincenzo Scardigno, e l’esposizione collettiva WAB Biennale della creatività a Bra.

L’osservazione del mondo che ci circonda, della realtà e scatti sfuggenti di fotografie e all’osservazione di archivi fotografici, ci permettono di sviluppare la memoria delle immagini di momenti vissuti o di ricordi lontani.

Fin da piccola è stata affascinata dall’arte tipografica (un amore trasmesso dal padre tipografo), ARTE che considerata effimera, latente, non palpabile, affermando:

“…fin da piccola giocavo con i caratteri, gli inchiostri, rulli e carta apprezzando grammature, tipologie differenti e scoprendo sempre enormi potenzialità…caratteri, inchiostri, fotografie, pellicole e lastre …ed ora: fotografia-immagine, elaborazione digitale, sviluppo e stampa su vari supporti…”.

 

 “la mia esigenza era di unire la mia passione per l’arte tipo-grafica e il mio background da restauratrice utilizzando una tecnica mista che faceva coesistere degli estemporanei riflessi d’arte antica con dei riflessi latenti del presente, immortalate come foto offuscate. Una immagine mentale tanto nitida quanto verosomigliante alla realtà, una percezione sbiadita dell’imminente passato. Un’immagine che vive in perfetta fusione con tecniche pittoriche, fotografiche, materiche, caratteri tipografici miscelati ad una texture contemporanea in acrilico, vernice, tempere…L’importanza del ricordo di un’emozione intrappolata in un tempo ormai passato è il punto focale della mia ricerca artistica che indaga a strati. La pittura si sviluppa a livelli stratificati di vernici, acrilici, resine e collage, unendo la pittura tradizionale e l’arte digitale, rimosse e scavate fisicamente, come uno scavo archeologico.”

 

 

ANNA MONTANARO nasce a Carate Brianza (MB) nel 1981.

Nel 2000 frequenta l’istituto PDM di Prato, specializzandosi in Restauro di dipinti antichi del ‘600 e ‘700, sotto la direzione del restauratore Luca Comolli. Nel 2001 consegue l’attestato professionale regionale presso il Centro Studi Dedalo di Brescia in Restauro d’affreschi, sotto la direzione della prof.ssa arch. Elena Gigliarelli (CNR ROMA) e la restauratrice Giuseppina Suardi.

Nel 2006 completa la sua formazione diplomandosi in Restauro d’arte all’Accademia di Belle Arti di Brera.

Nel 2005 collabora, assistendola nelle lezioni, con la prof.ssa Luciana Biliotti, docente di ruolo nel corso di Restauro di dipinti antichi, presso l’Accademia di Belle Arti di Brera.
Nel 2016 consegue la qualifica Ministeriale (decreto ministeriale 38/2016) di Collaboratore restauratore di Beni Culturali – Tecnico del restauro.

Dal 2015 partecipa a collettive tra le quali: Palazzo Reale di Milano, all’interno della mostra PREMIO CAIRO; W.A.B. Biennale della Creatività (Bra); Premio nazionale d’arte città di Novara.

Vive e lavora a Desio (MB)

Pubblicazioni:

Catalogo d’arte moderna nr 52, ed. Giorgio Mondadori – sez. dedita al Premio ARTE Rivista ARTE, Cairo editore – sez. Premio ARTE I semifinalisti (ed. 2016/ottobre) Rivista ARTE, Cairo editore – sez. Premio ARTE I finalisti (ed. 2016/novembre) Rivista ARTE, Cairo editore – sez. Premio ARTE La premiazione (ed. 2016/dicembre)

http://www.cairoeditore.it/Premio-Arte-/2016-Anna-Montanaro.html

http://www.giovaniartisti.it/montanaro81

http://lab.malamegi.com/art_contest_lab7/artistcontesttestartist6.php?aid=653

http://www.premioartelaguna.it/control1.php

http://www.premioceleste.it/anna.montanaro

CONTATTI:

sito internet: http://annamontanaro.webnode.it/

pagina facebook: https://www.facebook.com/montanaroarte

Instagram: montanaroarte 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *