Una vita dedicata alla musica (e non solo)

Oggi conosciamo un’altra meravigliosa voce del panorama musicale italiano. Solitamente gli articoli iniziano raccontando le esperienze più significative di un artista, ma questa volta lasciamo a lei direttamente la parola. Ci regala un tenerissimo spaccato della sua vita, il racconto del suo debutto davanti a un pubblico molto esigente.

“Sono Francesca Parrotta,

Un giorno andai a scuola ad accompagnare mia zia Graziella che lavorava nell’istituto come insegnante. Dopo qualche istante lei si dovette allontanare un attimo per sbrigare delle faccende in segreteria e si raccomandò con la bidella di darmi un’occhiata. Al momento dell’intervallo mi ritrovai, nonostante i miei soli 5 anni, insieme a tutti i bambini più grandi della classe 5^; quando la zia dopo qualche minuto tornò per riprendermi sentì una canzone cantata in lontananza, e dopo essersi complimentata con la docente di musica per i suoi insegnamenti di canto a quella bambina, si avvicinò e vide me al centro della classe con tutti gli altri bambini intorno ammutoliti ad ascoltarmi. Da quel momento in avanti mia zia per prima, e un po tutta la famiglia mi spinsero in quella direzione.”

Francesca nasce a Catanzaro e ha vissuto per anni nel paese natio del padre Antonio (Cerenzia in provincia di Crotone), dall’età di 7 anni partecipa ai primi concorsi canori, tra i quali lo Zecchino d’oro.

I primi riconoscimenti arrivano alla Scuola di Mogol CET  nel 2000, qualificandosi come interprete di musica leggera. Nello stesso anno entra al MAS Music Art and Show di Milano dove studia non solo canto ma anche danza classica/funky/jazz, acrobatica, recitazione e conduzione televisiva.

Compone e canta per lo spot televisivo “Tecnocasa” il brano TECNOCASA UN CUORE VERDE E BIANCO, mentre MI AMOR fu la sua prima canzone in spagnolo ad essere pubblicata sulla compilation “Striscia Latina” di Striscia la notizia.

Al Festival di Castrocaro 2014 va in semifinale con “Il circo dell’amore” scritta da Valentino Alfano (autore di Mina, Irene Grandi)  e Vic Vergeat (Chitarrista e Compositore con Gianna Nannini) con la formazione del duo LE UNIO.

Tante le apparizioni in programmi televisivi come: “Io tra di Voi” su Rete 4 con il team del  dove ho cantato con Giuseppe Barbera e Mario Lavezzi,”Dieci minuti di” su Rai 2, “Super” con Elenoire Casalegno su canale 5, “Shout” con Tamara Donà su Rai due, “Il sabato di Rete 4” con Natalia Estrada e Susanna Messaggio. Dal 2015 è ospite fissa del  programma tv VOCI IN PIAZZA su Antenna 3 condotto da Enrico e Sabrina Musiani.

Grazie all’incontro con Maurizio Castiglioni (grande scopritore di talenti) è nata una grande sinergia che è sbocciata nello spettacolo QUEI MERAVIGLIOSI ANNI 50 E DINTORNI, in scena al  CAFFè TEATRO,  il tempio del CABARET italiano (che ha visto nascere Aldo, Giovanni e Giacomo e Ale e Franz), luogo di ritrovo per appassionati di comicità, ma anche di arte e cultura.

Francesca è un’artista poliedrica, affascinata da tutto ciò che è arte e spettacolo. La Pizzica Salentina, è una delle sue più grandi passioni, che oggi è diventato una vero e proprio progetto musicale e culturale in collaborazione con Daniele Assunto Brigante Pecoraro, grazie alle loro spettacolari esibizioni di cantato e ballo, inoltre sta lavorando a progetti sia come interprete che come cantautrice.

Il prossimo autunno potrete ammirare ed ascoltare Francesca insieme a tanti altri artisti del ballo, della recitazione e del canto in un musical dal titolo MOSTRUOSAMENTE MOSTRO tutto targato provincia di Varese in scena  31 Ottobre al Teatro UCC DI VARESE.

 

Ora è il momento della nostra tradizionale intervista. Conosciamo Francesca; oltre l’artista, una ragazza semplice e umile.

  • Qual è il tuo colore preferito? Perché?

F: “Non ho un colore preferito, mi piacciono tanto il rosso perché mi sento una persona passionale e  mi ispira anche forza, poi l’ azzurro con tutte le sue sfumature, azzurro come gli occhi di mia Madre (pensare che di questo colore nella sfumatura avio ho scelto la mia cucina), il giallo mi da molta solarità ed infine anche il verde ma non ho un vero perché, forse perché amo la natura ed il verde me la ricorda.”

  • Se tu fossi un pittore quale quadro ti piacerebbe dipingere?

F: La donna che sogna di Picasso. Mi rispecchio in questa opera perché mi reputo una sognatrice e spesso ad occhi aperti.

  • Raccontaci Il tuo sogno più grande:

F: Arrivare al cuore della Gente.  Sin da bambina sogno di cantare al Festival di San Remo essere presentata da un grande presentatore o presentatrice e se potessi scegliere, sceglierei il Pippo Baudo Nazionale… (guardavo tutte le puntate e le registravo e poi imparavo a memoria le canzoni che mi piacevano di più, ma in realtà alla fine le imparavo tutte). Probabilmente per qualcuno che sa che io sono una cantante direbbe che è scontato questo mio sogno…. Ma di scontato non c’è nulla, soprattutto c’è tanta difficoltà a uscire fuori ma io continuo a sognare. La mia maestra che mi ha insegnato un pò a dipingere (lo faccio per diletto) mi ha insegnato due parole che porto sempre con me come parte di me OSARE Ed ESSERE TENACE e mi hanno portato bene nel mio piccolo e spero mi faranno crescere ancora …. Non si smette mai di essere migliori. E’ naturale che la volontà di sognare San Remo è per esser più conosciuta … ma probabilmente il sogno da la va fino alla volontà di fare i propri concerti e regalare le proprie emozioni. Comunque nel mio piccolo ho iniziato un nuovo percorso da solista c’è un bel progetto da interprete e come cantautrice … Ho deciso di rimettermi in gioco seguendo le mie aspirazioni che da bambina mi pervadevano …Posso confermare che il sogno continua e la speranza di crescere si concretizzerà, piccoli passi alla volta, ad oggi posso dire di ESSERE COME IL QUADRO DI PICASSO e … continuerò a sognare.”

  • Cosa pensi della nostra Mission?

F: Ottima proposta per persone aperte al mondo. Un’occasione per raccontarsi grazie di cuore per l’opportunità. Ho fatto tante sperimentazioni nella mia vita sotto l’aspetto musicale e attraverso il mio canale posso essere conosciuta magari grazie a Voi….tra le altre cose si può fare un viaggio attraverso le mie sperimentazioni dal passato in poi… fino ad oggi…. Chissà domani????

Francesca ringrazia per questo meraviglioso regalo e per aver tanto creduto nella sua voce tutte le persone che hanno reso possibile questo importante progetto discografico, registrato mixato e masterizzato da Claudio Rimoldi, responsabile tecnico Gabriele Tollini presso Irsolution Studio (www.irsolution.com), il maestro Renato Orsenigo e Fabio Mentasti per la direzione artistica, Matina Rimoldi per la supervisione di immagine, e tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione di questo progetto, foto  Alberto Zantetti, riprese Ferdinando Paone, chitarre postproduzione Claudio Rimoldi, ed infine Don Payett music production.

www.youtube.com/user/francescaparrotta

parrottafrancesca@hotmail.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *